Joe Buck supporta il nuovo stadio di St.Louis

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Joe Buck, il celebre commentatore della FOX nonchè nativo di St.Louis, ha prestato la sua voce all'ennesimo video di presentazione del progetto del nuovo stadio di St.Louis. Il video è l'ultimo prodotto dalla task force coordinata dal governatore Nixon e comprende gli ultimi rendering utilizzati nella presentazione dello stadio agli emissari della Major League Soccer nel tentativo di coinvolgere anche la lega calcistica professionistica americana per avere un piano B nel caso, sinceramente oramai molto probabile,  che i Rams lascino St.Louis.

Tutti i rookie hanno firmato

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Da quando è in vigore il nuovo contratto collettivo per i giocatori NFL, la firma dei contratti per i rookie appena scelti al draft non è più un argomento caldo che precede l'apertura dei training camp. Il contratto prevede infatti una sorta di "prezzario" in base al ruolo ed al turno di selezione, per cui spesso e volentieri le discussioni tra agenti e front office si riducono alla mera consultazione della tabellina per stabilire quali cifre scrivere sul contratto. Restano da definire alcuni dettagli come i premi ed i bonus contrattuali, ma siamo lontanissimi dalle discussioni estenuanti di qualche anno fa che potevano anche portare al cosiddetto holdout da parte del giocatore, cioè il rifiuto di partecipare al training camp fino a che il contratto non fosse stato firmato.
Con questa prospettiva, i Rams ci hanno abituato, sotto la gestione Snead/Fisher, alla firma collettiva di tutti i rookie, che solitamente avviene a metà giugno, dopo che i nuovi arrivati hanno già peso parte a qualche camp preliminare e sono stati ben indottrinati da coach Fisher su ciò che li aspetta nei prossimi mesi.
Così è avvenuto anche quest'anno, con i rookie messi sotto contratto tutti in una volta ieri pomeriggio. L'unica eccezione, quest'anno, è stata fatta per il ricevitore di Missouri Bud Sasser, di cui abbiamo già parlato la scorsa settimana. Sasser ha infatti firmato il contratto prima di tutti, ma è anche stato rilasciato dalla squadra a causa del mancato superamento delle visite mediche.

Avventura finita per Bud Sasser

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
E' finita ancor prima di cominciare l'avventura nei Rams di Bud Sasser, wide receiver dei Missouri Tigers draftato dalla franchigia di St.Louis lo scorso mese al sesto giro. Sasser non ha passato le visite mediche eseguite come da prassi come apertura delle Organized Team Activities, che sono iniziate martedì scorso, ed è quindi stato inserito nella "Non Football Injury list".
All'esame medico Sasser ha denunciato problemi cardiaci che hanno costretto lo staff sanitario dei Rams a fermare il giocatore.
Sasser aveva appena firmato il suo contrastto da rookie per quattro anni, cosa che aveva fatto piuttosto scalpore perchè è uso e costume della gestione Fisher/Snead quello di mettere sotto contratto la classe dei rookie tutta insieme o, al massimo, nel giro di un paio di giorni. Questa anomalia trova ora una spiegazione nell'epilogo della storia e, da una parte, è importante sottolineare come questa mossa, non obbligata nè dovuta da parte dei Rams, sia stata un atto di cortesia verso il giocatore.

Trey Watts sospeso quattro partite

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Che stagione sarebbe senza la nostra abituale squalifica per uso di sostanze illecite? Alla vigilia del primo camp di "Organized Team Activities" dei Rams, che inizierà domani, la NFL ha comunicato di aver sospeso il Running Back di St.Louis Trey Watts per quattro giornate per violazione del regolamento inerente alle sostanze proibite.
 
Non si sanno i particolari relativi a questa sospensione, nè in merito al tipo di sostanza nè a quello della speciica violazione, ma la sanzione di quattro giornate sembra indicare una chara positività a sostanze proibite.
Watts, firmato da Undrafted Free Agent lo scorso anno dopo il draft, era riuscito a ritagliarsi un ruolo in squadra, sebbene le sue apparizioni siano state piuttosto rare durante la scorsa stagione.
Attendiamo di saperne di più, ma non ci stupirebbe un taglio del giocatore durante il camp estivo.
 

Garcia, Barksdale e altre storie

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Jeff Fisher ha aggiunto un nuovo nome al proprio coaching staff. Si tratta di Jeff Garcia, che ha conteso fino alla fine a Chris Weinke il ruolo di QB coach, ed è stato nominato Offensive Assistant. Dopo la promozione di Frank Cignetti ad Offensive Coordinator e l’assunzione di Weinke come QB coach, l’ingaggio di Garcia come assistente offensivo inserisce all’interno del coaching staff una terza mente offensiva specializzata sui quarterback, segno che Fisher ha finalmente preso atto che il ruolo deve essere seguito per bene, ed i disastri combinati con Bradford non debbono essere ripetuti. Nick Foles e Sean Mannion avranno sicuramente un’ottimo staff che si prenderà cura di loro.
Jeff Garcia lo ricordiamo con piacere alla guida dei 49ers nei primi anni 2000, soprattutto in occasione della sua prima partita contro gli arieti del 21 novembre 1999, quando subentrò a Steve Stentrom e lanciò due intercetti, perse un fumble, venne sackato ben quattro volte dalla difesa gialloblu e venne inquadrato in panchina con lo sguardo spento del puglie groggy. Ah… bei ricordi quelli del GSOT!!!

Statistiche

Utenti
5
Articoli
208
Web Links
7
Visite agli articoli
58495

Chi è online

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online