Groh nuovo coach dei ricevitori

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Inizia a delinearsi il nuovo coaching staff dopo le epurazioni di Fisher di fine stagione. Il primo volto nuovo che arriva a Los Angeles è quello di Mike Groh, proveniente dai Chicago Bears ed ingaggiato per rimpiazzare Ray Sherman come allenatore dei ricevitori.
Groh è un giovane di belle speranze che, dopo una breve carriera da giocatore in NFL come QB di riserva a Baltimore ed in NFLE con i Rhein Fire, è divenuto immediatamente un assistant coach sotto le ali del padre, Al Groh, ex coach di Virginia, dove Mike ha giocato i suoi anni di College.
Dopo essersi fatto le ossa per una decina d'anni a Virginia ed Alabama (dove aveva sostituito quel Frank Cignetti che i Rams avevano chiamato a St.Louis), Groh è approdato ai CHicago Bears nel 2013, e nelle ultime tre stagioni ha portato un fenomeno come Alshon Jeffery a guadagnare oltre mille yard ogni anno.
Se da una parte possiamo rallegrarci per l'idea di affidarsi ad un coach giovane che può portare una ventata di novità nell'attacco dei Rams, la notizia dell'ingaggio di Groh è una implicita conferma che nel 2016 il posto di Offensive Coordinator sarà occupato da Rob Boras. Vero è che le ultime partite dell'attacco dei Rams con Boras al timone hanno sorpreso positivamente, ma sinceramente speravamo in qualcosa di meglio della solita "promozione interna" che in questi anni non ha praticamente mai portato i risultati sperati.
0
0
0
s2sdefault

Morto Lawrence Phillips

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Lawrence Phillips, l'ex runningback che i Rams selezionarono da Nebraska con la prima scelta nel draft del 1996, è stato trovato morto nella sua cella del carcere di Kern Valley State dove stava scontando 31 anni per una serie di reati commessi qualche anno fa. Gli inquirenti propendono per il suicidio, ma le cause della morte non sono state ancora chiarite del tutto.
Phillips era reduce dall'udienza preliminare per il presunto omicidio del suo compagno di cella avvenuto lo scorso aprile, nella quale il procuratore aveva trovato abbastanza evidenze per procedere con il processo che avrebbe dovuto essere calendarizzato in questi giorni. Se ritenuto colpevole, Phillips sarebbe andato incontro alla pena di morte.
Phillips ebbe un passato turbolento nella NFL. Scelto dai Rams per sostituire Jerome Bettis accasatosi con i Pittsburgh Steelers, entrò ed uscì dalle galere dello stato del Missouri diverse volte, e dopo numerosi tentativi di domare il suo carattere, l'head coach Dick Vermeil si arrese rilasciando il giocatore nel 1997.
0
0
0
s2sdefault

I Rams tornano a Los Angeles

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
I Rams tornano a “casa” dopo 21 anni a St.Louis. Nella giornata di ieri, nel primo dei due giorni di riunione dei proprietari NFL, la proposta di spostamento con costruzione dello stadio ad Inglewood è stata approvata con 30 voti a favore e due contrari. Finisce così la disputa  tra Kroenke e la città di St.Louis che durava da qualche anno, ormai, ed i Rams tornano nella città che ha visto le migliori stagioni della storia della franchigia Lo spostamento a St.Louis effettuato nel 1995 è infatti coinciso con il periodo più buio della storia dei Rams. E’ vero, abbiamo avuto il GSOT e due Super Bowl in tre anni con una vittoria ed una sconfitta perlomeno sospetta, ma al di là di queste quattro/cinque stagioni la squadra nel Missouri ha raggiunto dei livelli di scarsezza senza pari, mentre a Los Angeles i Rams hanno avuto una lunga sequenza di stagioni vincenti e di titoli divisionali. Non che la città o lo stato siano determinanti nelle fortune di una squadra, ma sarà interessante capire se free agents e allenatori saranno più o meno motivati a trasferirsi a Los Angeles di quanto poco lo fossero a spostarsi a St.Louis.
0
0
0
s2sdefault

I biglietti per Twickenham

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rams fans segnatevi queste due date: Martedì 19 Gennaio ore 11:00 e Giovedì 21 Gennaio ore 11:00. Sono queste le due date in cui verranno messi in vendita sul sito www.ticketmaster.co.uk i biglietti per poter assistere alla partita della settima giornata NFL 2016 tra Rams (vedremo a breve se St.Louis, Los Angeles o che altro) e New York Giants in programma a Londra, al Twickenham Stadium, il 23 ottobre prossimo.
Martedì 19 andranno in vendita i cosiddetti "Premium Tickets", cioè quelli di categoria 1, 2 e 3 al costo rispettivamente di 149, 110 ed 105 sterline. relativi ai settori situati nelle sideline anello basso ed intermedio (ricordiamo che a Twickenham c'è un terzo anello superiore).

0
0
0
s2sdefault

Tempo di premi e selezioni

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Finita la regular season arriva il tempo dei premi e delle selezioni, unica cosa interessante per i poveri tapini come noi che i playoff non li vediamo ormai da oltre una decade. E' di oggi la notizia della selezione del punter Johnny Hekker e del defensove tackle Aaron Donald nella "All-Pro", cioè la formazione degli undici migliori attaccati, difensori e special teamer ruol per ruolo stilata dalla Associated Press. Se sulla stagione eccezionale di Donald non dovrebbero esserci dubbi, tanto da metterlo in lizza con J.J.Watts per il titolo di miglior difensore dell'anno, quello che ha fatto Hekker quest'anno è forse passato quasi inosservato. Hekker ha messo assieme una serie di numeri impressionanti che lo qualificano per una delle migliori stagioni di sempre per un punter. Non solo risulta essere primo in tutte le statistiche: gross yardage, net yardage e in-20, ed è la prima volta nella storia che un punter risulta primo in tutte e tre le classifiche.
Donald e Hekker sono anche i soli due Ram ad essere stati nominati al Pro Bowl quest'anno.
Ad inizio settimana, poi, erano stati comunicati i premi interni della squadra, alla cui assegnazione partecipano giocatori e coaching staff.
0
0
0
s2sdefault

Statistiche

Utenti
5
Articoli
157
Web Links
7
Visite agli articoli
42810

Chi è online

Abbiamo 6 visitatori e nessun utente online