Chris Weinke è il nuovo QB Coach

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
Dopo aver nominato Frank Cignetti nuovo offensive coordinator, i Rams avevano la necessità di trovare un nuovo coach per i quarterback. Dopo aver avuto un colloquio con Jeff Garcia e Steve Walsh, la scelta di Fisher e Snead è caduta su Chris Weinke.
Weinke ha una storia tutta particolare. Abbandonata Florida state per giocare a baseball con uno dei farm team dei Toronto Blue Jays, dopo sei anni di batti e corri e l’ingresso nella MLB a portata di mano, decise di tornare a Florida State, dove in tre anni condusse i Seminoles al secondo posto nel ranking nazionale nel 1998, ad un titolo nazionale dopo una stagione senza sconfitte nel 1999 e ad un passo dal secondo titolo nazionale consecutivo nel 2000, quando Florida State perse l’Orange Bowl (ed il titolo) contro Oklahoma. L’ottima stagione 2000, però, gli valse la conquista dell’Heisman Trophy alla “tenera” età di 28 anni, diventando così il più anziano vincitore del trofeo.
La carriera di Weinkle in NFL si svolse quasi tutta a Charlotte, nei Carolina Panthers, ma non fu certo memorabile.
Ritiratosi nel 2007, prima di ricevere la chiamata dei Rams Weinke si stava occupando della sua Football Academy, un’organizzazione volta ad insegnare i fondamentali del football, aiutando tutti quei giocatori che vogliono migliorare le proprie qualità o semplicemente tenersi pronti per un’eventuale chiamata di qualche squadra.

Frank Cignetti nuovo Offensive Coordinator

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Sarà Frank CIgnetti, attuale coach dei quarterback, il nuovo offensive coordinator dei St.Louis Rams.
L'annuncio non è ancora stato dato, ma la scelta dovrebbe essere ufficializzata la prossima settimana come sembrerebbero confermare diverse fonti interne alla squadra.
Cignetti ha battuto in dirittura d'arrivo Rob Boras, il coach dei tight end, che sembrava essere il favorito per la promozione.
La scelta non è certo di quelle entusiasmanti, soprattutto dopo aver visto sfilare tutta una serie di potenziali candidati che si sono via via accasati con altre squadre prima ancora di avere un colloquio con il front office di St.Louis, eccezion fatta per Nathaniel Hackett. Quest'ultimo sembrava aver incontrato i favori di Fisher, ma alla richiesta di un secondo colloquio è arrivata la notizia che Hackett aveva accettato di allenare i quarterback dei Jacksonville Jaguars.
Che un allenatore abbia scelto i Jaguars al posto dei Rams, e soprattutto che abbia accettato una posizione di minior importanza gerarchica rispetto a quella offerta da St.Louis, è altamente indicativo dell'appeal che la franchigia del Missouri ha in questo momento.

Aaron Donald Defensive Rookie of the Year

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Il DT dei Rams Aaron Donald ha ricevuto un altro premio Sabato sera, quando è stato nominato Associated Press NFL Defensive Rookie of the Year. L'annuncio è stato fatto in occasione dell'annuale cerimonia di premiazione NFL Honors sabato sera a Phoenix, Arizona, sede del Super Bowl.

"Sono entusiasta di potermi congratulare con Aaron per questo straordinario successo" ha detto l'head coach dei Rams Jeff Fisher. "Dal momento in cui è arrivato a St.Louis la scorsa primavera, Aaron ha lavorato molto duro per prepararsi a disputare una grande stagione da rookie, ed ha certamente raggiunto il suo obiettivo. Le sue prestazioni in campo parlano da sole. Come organizzazione siamo molto orgogliosi di Aaron e festeggiamo assieme a lui".
Donald è stato selezionato per il Pro Bowl dopo essere stato il miglior rookie della NFL nella classifica dei sack, avendone messi a segno 9.

I Rams restano a St.Louis (per il 2015)

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Tutto come da programma nell’oramai estenuante querelle che vede la città di St.Louis ed i Rams impegnati nella battaglia, su fronti ovviamente contrapposti, per lo spostamento della franchigia a Los Angeles o la sua permanenza nella città del Missouri.
A scadenza del contratto ventennale stipulato nell’ormai lontano 1995, poiché le due parti non hanno trovato un accordo sulle ristrutturazioni necessarie all’Ed Jones Dome per mantenerlo nella élite degli stadi NFL, i Rams hanno notificato al CVC della città la loro intenzione di convertire il contratto di affitto in accordo da ridiscutere su base annuale. Di fatto questo è il primo passo ufficiale verso un possibile addio della franchigia, ormai non più vincolata da un contrato pluriennale di permanenza, ma è anche una conferma che, come sostenevamo già da tempo, l’eventuale spostamento non è imminente, e la stagione 2015 verrà giocata ancora sotto il Gateway Arch.
Quello che succederà dopo, ancora non si sa, ma è proprio di questi giorni la notizia che il super progetto del nuovo stadio a Los Angeles che Stan Kroenke ha presentato assieme ai suoi soci, non sarebbe poi così conveniente per la città californiana e, più precisamente, per Inglewood.
Sembra, infatti, che l’affermazione che non sarebbero stati chiesti fondi pubblici per la costruzione dell’impianto, non sia del tutto vera.
Infatti il progetto non prevede dei contributi iniziali da parte dello stato o della contea o del dipartimento di Inglewood, dove dovrebbe sorgere, ma emerge tra le pieghe del progetto una richiesta di rientrare di almeno 100 milioni di dollari attraverso uno sgravio fiscale nei primi cinque anni di attività del complesso sportivo (che, ricordiamo, comprende anche una arena per concerti), per poi comprendere altre percentuali (piuttosto importanti) a titolo di rimborso sulla costruzione di eventuali infrastrutture quali marciapiedi e strade (quelli che da noi in Italia si chiamerebbero oneri di urbanizzazione). La richiesta nasce dal calcolo fatto dai progettisti che la città di Inglewood potrebbe ricavare fino ad un miliardo di nuovi introiti fiscali nei prossimi venticinque anni.

Il nuovo stadio di St.Louis.

Scritto da Massimo.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
E' stato presentato ieri in una conferenza stampa svoltasi a Union Station, il progetto del nuovo stadio di St.Louis preparato dalla task force voluta dal governatore Nixon per cercare di arrivare ad un accordo con i Rams sulla loro permanenza in città.
La presentazione era prevista per questa data orma da tempo, ma l'annuncio della scorsa setimana dell'accordo raggiunto da Stan Kroenke per costruire un nuovo stadio a Los Angeles ha ovviamente cambiato n po' la prospettiva della task force.
Bob Blitz e Dave Peacock, i due incaricato dal governatore a sovrintendere questa task force, hanno presentato il progetto per uno stadio situato in riva al fiume, più o meno nella medesima area dove, più all'interno, sorge l'Ed Jones Dome (coinvolto anch'esso nel piano di ristrutturazione), e nella quale sarebbe prevista una totale riqualificazione, comprendendo una zona residenziale, un parco ed una zona commerciale. A grandi linee esattamente quello che prevede il progetto di Stan Kroenke per Los Angeles.
Lo stadio, scoperto, prevederebbe una capienza di 64mila posti per il football, riducibili a 28mila per il soccer, in quanto l'impianto dovrebbe servire anche per la futura squadra MLS.
Il costo stimato per l'impianto dovrebbe attestarsi ad una cifra tra gli 860 ed i 960 milioni di dollari, metà dei quali a carico della NFL e dei Rams, ed il resto ottenuti da un'estensione dei mutui ancora gravanti sull'Ed Jones Dome, che permetterebbe di non utilizzare ulteriori soldi pubblici chiedendo nuove tasse, sebbene non riusciamo a capire come ciò sia possibile (se estendo un mutuo per altri, ad esempio, 20 anni, significa che per coprirlo senza nuove tasse dovrò usare fondi destinati ad altro, tagliando o riducendo dei servizi).

Statistiche

Utenti
4
Articoli
180
Web Links
7
Visite agli articoli
49692

Chi è online

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online